CGC


Con la conferma dell’ordine il cliente riconosce le seguenti condizioni di vendita e di riparazione.
 

1. Informazioni generali

1.1 Le nostre offerte sono sempre da intendersi come non vincolanti; sono da ritenere solo come invito a presentare un'offerta di acquisto.

1.2 Il contratto avviene solo all’atto della nostra conferma d’ordine scritta o con l’esecuzione della fornitura.

1.3 Le nostre condizioni di vendita e di riparazione hanno la precedenza in caso di conflitto con termini e condizioni del cliente diversi. Le presenti condizioni commerciali generali dell’acquirente, complementari alle condizioni di vendita e riparazione, si applicano solo nella misura in cui noi le abbiamo approvate per iscritto. 
 

2. Consegna e trasferimento di rischio

2.1 Abbiamo diritto a recedere dal contratto se per noi o i nostri fornitori non è possibile una consegna puntuale per motivi che sono subentrati dopo la stipulazione del contratto, non erano per noi prevedibili ed esulano dalla nostra sfera di influenza, ad esempio sciopero, serrata, anche presso i nostri fornitori, eventuale rifiuto della licenza d’importazione o di esportazione, altri interventi pubblici, così come altre circostanze ritenute forza maggiore, purché l’evento persista per più di 2 settimane.

2.2 Abbiamo inoltre diritto a recedere dal contratto se nonostante le operazioni di copertura completate tempestivamente siamo stati riforniti in modo non corretto o non tempestivo e altre operazioni di copertura, nonostante gli attenti sforzi, sono irragionevoli o sono fallite. Non ci assumiamo quindi il rischio di approvvigionamento.

2.3 Se dovessimo esercitare i diritti a noi spettanti in virtù del Par. 2.1 e 2.1 delle presenti condizioni di vendita  di riparazione, siamo tenuti a informare immediatamente il cliente dell’eventuale indisponibilità e a rimborsare immediatamente le controprestazioni del cliente.
 

3. Qualità e quantità

3.1 La prestazione concordata, in particolare per quanto riguarda dimensioni, pesi e altre informazioni tecniche, è determinata innanzitutto dalle nostre specifiche tecniche applicabili; se esse non sono disponibili, secondo le norme DIN valide alla stipulazione del contratto. In assenza di norme DIN, si applicano le norme Euro rispettivamente valide all’atto della stipulazione del contratto, e in mancanza di esse gli usi commerciali.

3.2 Le nostre dichiarazioni pubbliche, promozioni e pubblicità non rappresentano specifiche contrattuali; deviazioni dalle specifiche contenute nel presente documento non giustificano quindi pretese del cliente.

3.3 Le descrizioni dei nostri prodotti non costituiscono garanzia di qualità o di durata ai sensi del § 443 BGB (Codice Civile); noi forniamo tali garanzie solo per iscritto e solo con l'esplicita indicazione "Garanzia".

3.4 Nell’ambito dello sviluppo dei nostri prodotti e servizi abbiamo diritto e ad apportare quelle modifiche, che non comportino un ingiustificato pregiudizio della funzione concordata contrattualmente e degli interessi del cliente riconoscibili all’atto della stipulazione del contratto; non giustificano alcuna contestazione le differenze non evitabili secondo lo stato dell’arte o le modifiche previste per legge.

3.5 Se non diversamente concordato, siamo tenuti a effettuare la consegna solo nel paese del luogo di consegna senza diritti di protezione industriale e diritti d’autore di terzi. 
 

4. Condizioni di pagamento

I pagamenti vengono calcolati sul credito più vecchio e sui costi e interessi, se ce ne sono, con questa successione. Informeremo il cliente sul tipo di regolamento avvenuto.
 

5. Responsabilità

5.1 La nostra responsabilità sul risarcimento spese o risarcimento danni, indipendentemente dal motivo giuridico, è, se non diversamente regolamentato espressamente nelle presenti condizioni di vendita,

  1. esclusa in caso di lieve negligenza e
  2. limitata, in caso di grave negligenza, ai quei danni prevedibili che possono verificarsi tipicamente con prestazioni della natura contrattuale concordata.

5.2 Le esclusioni e limitazioni di responsabilità secondo il par. 5.1 a) e b) non si applicano

  1. in caso di azioni intenzionali
  2. se abbiamo fornito garanzia della qualità di una cosa
  3. per responsabilità di danni da lesioni alla vita, al corpo o alla salute
  4. per la responsabilità prevista dalla legge sulla responsabilità per danno da prodotti difettosi.

5.3 In caso di violazione di obblighi contrattuali fondamentali la nostra responsabilità è limitata a quei danni prevedibili che possono verificarsi tipicamente con prestazioni della natura contrattuale concordata. Gli obblighi contrattuali essenziali ai sensi della presente disposizione sono i principali obblighi relativi reciproci, il cui sgravio toglie al cliente posizioni giuridiche che il contratto gli ha concesso per contenuto, natura e scopo e sul cui accordo il cliente può contare.

5.4 Le disposizioni del par. 5.3 si applicano in caso di negligenza grave. 
 

6. Garanzia legale

6.1 Se il cliente è commerciante, le merci consegnate devono essere controllate tempestivamente dopo il ricevimento per verificare la presenza di eventuali difetti, ma comunque contestate al massimo entro una settimana dall’accertamento dei difetti. Determinante è la data di ricezione del reclamo. In mancanza di contestazione, la merce è considerata approvata, nella misura in cui si tratti di un difetto che era riconoscibile con una corretta analisi. Se il difetto si presenta in un momento successivo, deve essere contestato subito dopo essere stato scoperto.

6.2 Tutte le riparazioni vengono eseguite in modo appropriato secondo le più recenti direttive AUDIOLINE. Se la riparazione interessa solo accessori come ricevitore, alimentatore, componenti o simili, non è possibile assumere alcuna garanzia sul corretto funzionamento di tutto l’apparecchio.

6.3 Se il cliente sceglie di recedere dal contratto in seguito a mancato adempimento, non gli spetta alcun risarcimento danni per il difetto.  Se il cliente, in seguito a mancato adempimento sceglie il risarcimento danni, questo si limita alla differenza tra il prezzo di acquisto e il valore della cosa difettosa. La merce resta dall’acquirente, se ciò è ragionevole per lui. Le suddette disposizioni non si applicano in caso di garanzia da parte nostra (§ 443 BGB), nei casi di cui al paragrafo 5.2 o in caso di occultamento fraudolento di un difetto.

6.4 Non viene assunta alcuna responsabilità per danni insorti per le seguenti ragioni:

  • Assemblaggio o messa in servizio difettosi da parte del cliente o di terzi.
  • dati e norme dell’ordine non corretti relativi all'uso previsto, usura naturale
  • trattamento errato o negligente, eccessiva sollecitazione, materiali operativi inadatti e influenze che non sono presupposte nel contratto, salvo non siano riconducibili a nostra colpa.

6.5 Possiamo rifiutare la correzione di difetti, finché il cliente non ha pagato il pezzo contestato della fornitura nonostante la scadenza, a meno che ciò sia inutile per il cliente e finché il cliente, soprattutto per il fatto che non ci mette a disposizione immediatamente la merce o campione contestato, non ci fornisce l’opportunità di accertarci del difetto.
 

7. Riserva di proprietà

7.1 La merce rimane di nostra proprietà esclusiva fino al completo pagamento del prezzo di acquisto. Se il cliente è un commerciante, la merce consegnata rimane di nostra esclusiva proprietà fino al completo pagamento di tutti i crediti, inclusi quelli ausiliari, reclami per compensazione e incasso di assegni e fatture, come pure tutti i saldi di un conto corrente, che ci spettano ora o in futuro per in virtù del rapporto commerciale con il cliente.

7.2 In caso di violazione colposa del contratto da parte cliente, in particolare con un ritardo di pagamento, abbiamo diritto a riprenderci i beni oggetto dell’acquisto contemplati dalla nostra riserva di proprietà, quando ciò sia necessario per la realizzazione del nostro credito scaduto. Il ritiro della merce non costituisce recesso dal contratto da parte nostra. Dopo aver ripreso il bene acquistato siamo autorizzati a liquidarlo. L’importo recuperato deve essere conteggiato sui debiti del cliente (meno gli opportuni costi di liquidazione), un’eventuale plusvalenza deve essere da noi immediatamente versata al cliente.

7.3 Tra noi e il cliente viene concordata la cosiddetta riserva di proprietà prolungata.  Pertanto ai sensi del par.7.4 il cliente è autorizzato a rivendere la merce riservata nell'ambito della gestione ordinaria. La rivendita non deve essere effettuata nel contesto di un rapporto di conto corrente, né può essere esclusa con il compratore la trasferibilità del credito derivante dalla rivendita. Se il prezzo di vendita viene dilazionato ai compratori, il cliente detiene la proprietà, come da riserva precedente, alle medesime condizioni. Il cliente cede sin d’ora a noi i crediti del prezzo di acquisto a lui spettanti per la rivendita. Noi accettiamo questa cessione. In caso di rivendita insieme a merci di terzi, questa cessione vale solo per l'importo del valore della merce riservata al momento della rivendita.

7.4 La cessione avviene tacitamente, ovvero il cliente continua a essere autorizzato a riscuotere per noi il credito a suo nome. Tuttavia noi abbiamo diritto a riscuotere noi stessi i crediti, non appena il cliente non adempia correttamente ai sui obblighi di pagamento. Su nostra richiesta il cliente deve informare gli acquirenti delle cessione e fornirci tutte le informazioni necessarie e utili per la rivendicazione dei crediti ceduti.

7.5 Se il valore delle garanzie a noi spettanti supera i crediti da garantire di oltre il 20%, siamo tenuti, su richiesta del cliente a tale riguardo, a svincolare le garanzie. La scelta delle fideiussioni da svincolare spetta a noi.

7.6 La lavorazione o trasformazione del bene acquistato da parte del cliente viene sempre eseguita per nostro conto. Se il bene acquistato viene lavorato con altri oggetti che non ci appartengono, noi acquisiamo la comproprietà del nuovo bene in proporzione del valore del bene acquistato rispetto agli altri oggetti lavorati al momento della lavorazione. Se ha luogo un’unione o mescolanza con un bene principale del cliente, l’acquirente cede sin d’ora a noi i suoi diritti di proprietà sul nuovo oggetto.

7.7 Il cliente fornirà su richiesta, al fornitore, in qualsiasi momento, informazioni sulla permanenza della merce riservata e sui crediti derivanti dalla rivendita. In caso di sequestri e confische dei beni e/o del credito ceduto da parte di terzi, deve essere fatta immediata comunicazione scritta al fornitore, inviando una copia del verbale di pignoramento.

7.8 Se le consegne avvengono in un paese il cui Diritto non accetta una riserva di proprietà estesa e allargata e/o in conto corrente, in sua vece si applica al bene acquistato una semplice riserva di proprietà fino al pagamento completo del prezzo d’acquisto.
 

8. Disposizioni finali

8.1 Se il cliente è un commerciante, vale la seguente norma: Luogo di adempimento è Neuss, foro competente per tutte le controversie derivanti dal rapporto commerciale con il cliente è Neuss.

8.2 I rapporti esistente tra noi e il cliente sono regolati esclusivamente dal diritto della Repubblica Federale Tedesca, fatta eccezione per la convenzione ONU sulla compravendita internazionale.

8.3 Se una disposizione delle presenti condizioni generali di vendita e riparazione dovesse essere o diventare inefficace, la validità delle restanti disposizioni resta impregiudicata.                                   

Neuss, 19.10.2016 Audioline GmbH